sofiafresia

08/09/2020 Travel sketchbook

share » social

IL TACCUINO DI VIAGGIO: UNO STRUMENTO PREZIOSO PER L'ARTISTA

Eccomi di ritorno da un lungo viaggio in terra sarda. I colori, i profumi, il ricordo ancora freschissimo di quella terra selvaggia mi hanno spinto a condividere alcune immagini del diario di viaggio che mi ha accompagnato in queste settimane. Ci sono molti modi di tenere memoria di un viaggio: fotografie, resoconti scritti, filmati, cartoline, souvenirs. Ma se si ha la passione del disegno il tenere un taccuino di viaggio, o sketchbook come usa oggi all'inglese, è sicuramente la maniera più personale per conservare il ricordo di luoghi, sensazioni, attività e persone. Ho iniziato per caso nell'estate del 2019 a girare con un piccolo blocco di fogli nello zaino, e a breve ne ho fatto un'abitudine. Ad oggi il mio primo sketchbook - contenente solo disegni a inchiostro in bianco e nero - è ultimato e col secondo ho scelto di aggiungere il colore pur essendo consapevole che il tipo di carta non sia dei più adatti a una tecnica come l'acquerello. Tra guglie dolomitiche e calette sabbiose questo taccuino è diventato il mio compagno fedele, e il rifugio dove amo mettere il naso ogni qualvolta mi assale la nostalgia di ricordi del recente passato.

Isolotto di Figarolo, Sardegna.Cala Crucitta, isola di Caprera.Isola Rossa, Sardegna.Monte Ciaval, Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies.Dolomiti, Trentino Alto Adige.Capo Caccia, Sardegna.S. Caterina Valfurva, Lombardia.

Link
https://www.sofiafresia.it/08_09_2020_travel_sketchbook-d11179

Share link on
CLOSE
loading